ACCADEVA… LA SERATA PADANA, VITTORIA E TV

Il successo di Piacenza in diretta televisiva Piacenza è anche detta la “Primogenita” perché nel  è stata la prima città italiana a votare con un plebiscito l’annessione al Regno di Sardegna. Per il momento ha favorito il primo “parto” felice della gestione-Nofri, i tre punti che fanno bene a lui, alla classifica e al morale. Certo, c’è ancora molto da fare e da correggere. A livello di equilibri è apparsa migliore la squadra degli ultimi minuti, quella con Peverelli e Di Paolantonio sulle…

Leggi il seguito

A PROPOSITO DI RENDE. LA SFIDA DELLA TIM CUP…

Quando è stato pubblicato il calendario, in pochi lo hanno preso troppo sul serio. La Viterbese doveva giocare in casa contro il Rende, poi andare ad Ascoli. In pochi avevano posto l’attenzione sul fatto che la vincente sarebbe andata a giocare a Genova con la Sampdoria. Al massimo qualche battuta ha attraversato l’ambiente – in piena estate – distratto da propositi di balneazione e di vacanza, al punto che la prima partita interna, con i Calabresi, ha fatto contare soltanto…

Leggi il seguito

SCOPRIRE IL GUERINO DI BRERA, IL GIORNALISMO COME FORMA D’ARTE

Scoprii nel 1973 il Guerin Sportivo di Gianni Brera. A Viterbo, in quel periodo non lo conosceva nessuno. O pochissimi. Lo scoprii quasi per caso, a Perugia, in occasione della visita per il servizio militare, un altro di quei momenti scomparsi dalla vita dei giovani, probabilmente togliendo loro qualcosa nell’acquisizione di una vita sana. Per tanti ragazzi viterbesi i tre giorni trascorsi a Perugia, con le visite  mediche  e  i  test  alla  Caserma Fortebraccio,  erano  un modo per “uscire di casa”,…

Leggi il seguito

VIOLETTI E IL CALCIO GIOVANILE…

Enzo Violetti ha iniziato giovanissimo ad andare in panchina, vivendo tante stagioni e altrettante esperienze, facendo pure parte di altre società della Tuscia. Ne ha visti tanti di ragazzini tuffarsi nel calcio, spesso perdersi, talvolta mollando, in qualche occasione mostrando talento e voglia di sognare il grande evento. “Negli anni ottanta – dice Violetti – allenavo al Grotte Santo Stefano e riuscì a fare il salto di categoria un mio giocatore, Enrico Centaro, che ebbe la grande occasione di finire…

Leggi il seguito

TRA TV E RADIO PASSANO GLI ANNI OTTANTA E NOVANTA…

Reduce dall’esperienza di Tele Viterbo e Tele Puntozero, deciso a non ripetere più esperienze televisive che non fossero adeguatamente dignitose e remunerate, attuai una sorte di trasposizione di quella che era stata per anni la mia trasmissione del lunedì, “formattandola” ad uso e costume della radio. Quindi, tutti i campionati, dalla serie D alla seconda categoria, con il commento della giornata e almeno un collegamento per categoria – in diretta telefonica – con i protagonisti domenicali. Il tutto mettendo sotto…

Leggi il seguito

QUANDO AL “DUOMO” NACQUE IL CALCIO…

A Viterbo, nel popolare quartiere del Duomo, a metà degli anni sessanta, il parroco era Don Pietro Innocenti, non più giovanissimo e neanche minimamente accostabile ad un  atleta o ad un uomo di sport. Sembrava burbero, per certi versi, ma capì l’importanza di fare divertire tanti ragazzini con il pallone, gli stessi che trascorrevano tante ore sulla piazza San Lorenzo, che facevano a gara a chi correva più forte verso la scalinata del palazzo papale, quando usciva il vescovo Adelchi…

Leggi il seguito

LE EMOZIONI DELLA DOMENICA MATTINA DEL CALCIO GIOVANILE

Abbiamo raccontato già di quelli più noti, da Talotta a Caporossi, da Cecchelin a Proietti, da Ciatti a Dini, ma ci furono tanti altri che, con grande umiltà, provavano ad immaginare di poter diventare, un giorno, dei calciatori di una certa importanza. Briziobello, Pellecchia, Arconi, Barzellotti, Antonini, Pasquini, Ciorba, Petrucci, Rissone, Fanelli, Espositi, Marini, Ragonesi, Andreoni, Cardoni e tanti altri per cui arrivò il momento di smettere di sognare e pensare alla vita della normalità. Insomma, diverse stagioni vissute davvero…

Leggi il seguito

SAMPDORIA, QUANTI RICORDI!

Aspettando l’inizio della partita, con uno scenario meraviglioso, inusitato per il cronista di provincia, tante immagini sono passate veloci davanti agli occhi. Tanti input indotti. Quelli di chi, comunque, nei decenni, ha seguito la serie A in tv. I ricordi di uno scudetto ai tempi di Vialli e Mancini, la Coppa dei Campioni. Ma pure ricordi targati “infanzia”, quelli delle “solite” figurine Panini, con i giocatori così inconfondibili per via di una maglietta del tutto unica. Ricordo di alcune figurine…

Leggi il seguito

Amarcord. Benvenuti campione mondiale dei Medi

Pugilato: era lunedì 4 marzo 1968 … Al Madison Square Garden di New York, Nino Benvenuti conquistò per la seconda volta il titolo mondiale di boxe dei Pesi medi, nuovamente contro il colores Emile Griffith, vincendo ai punti. Un titolo difeso quattro volte. Contro Don Fullmer – nel dicembre 1968 – contro Fraser Scott – ottobre 1969 – contro Luis Rodriguez – novembre 1969 – e Tom Bethea, nel maggio 1970. La splendida parabola si interruppe al cospetto di Carlos…

Leggi il seguito

AMARCORD. I GIOVANI GIALLOBLU DEL ’77

La discesa repentina dalla categoria, così brillantemente guadagnata un anno prima, non fu presa bene. Da nessuno. Si ebbe la netta sensazione che qualcuno – nel Palazzo – avesse voluto favorire le squadre Toscane e che la Viterbese fosse stata una delle vittime sacrificali. Non servì a nulla neanche il tre a zero sul Pisa alla Palazzina nell’ultima giornata del campionato. Si verificarono dei risultati concomitanti abbastanza difficili da pronosticare e la Viterbese retrocesse, nonostante possedesse una formazione abbastanza attrezzata….

Leggi il seguito
error: Content is protected !!