Nell’uovo di Pasqua della Viterbese la sorpresa è l’esonero dell’allenatore Taurino. Un provvedimento giunto abbastanza a sorpresa, annunciato dal comunicato di ieri della società di via della Palazzina.
Il connubio si è evidentemente allentato negli ultimi tempi, anche a seguito dei risultati ottenuti, a fronte dell’entusiasmo dello staff societario, che riteneva che, con giocatori del calibro di Murilo, Camilleri e Adopo, si sarebbe dovuto puntare decisamente verso i playoff.
La società di via della Palazzina non entra, per il momento, nel merito, al di là del comunicato, ma raccogliendo qualche mezza parola, qua e là, si potrebbe ipotizzare che la società abbia lamentato un lavoro del tecnico poco funzionale alla programmazione per la prossima stagione. Forse il presidente Romani e i suoi più stretti collaboratori avrebbero voluto che venisse valutato – e magari valorizzato – qualche profilo interessanti per l’anno prossimo, qualche giocatore utile all’assemblaggio della nuova squadra, dalle ambizioni maggiorate.
Comunque si va avanti, con la gestione-Romano che annovera il settimo cambio tecnico (Calabro, Lopez, Calabro nella scorsa stagione; Maurizi, Boccolini, Taurino, Maurizi nel campionato attuale – ndr) e, presumibilmente, sta già lavorando per la panchina del prossimo anno, dove in molti vedrebbero bene un tecnico molto apprezzato al sud.

error: Content is protected !!