180′ MINUTI NON SONO STATI SUFFICIENTI PER DECRETARE LA VINCITRICE, NEANCHE PER VEDERE UN GOL IN UNA FINALISSIMA CHE NON E’ STATA BELLISSIMA. NEANCHE I CALCI DI RIGORE HANNO CAMBIATO NULLA, PER QUESTA, QUESTA VOLTA, SI SALE IN SERIE B SENZA SEGNARE NEANCHE UN GOL SU AZIONE. UN SOLO ERRORE DAL DISCHETTO E’ FATALE AL PADOVA, I GRIGI TORNANO IN SERIE B DOPO 47 ANNI!

I CALCI DI RIGORE

RONALDO

BRUCCINI

PAPONI

STANCO

CURCIO

EUSEPI

ROSSETTINI

GIORNO

GASBARRO (FUORI)

RUBIN.

ALESSANDRIA-PADOVA 0-0 DTS 5-4

ALESSANDRIA (3-4-1-2): Pisseri; Parodi, Di Gennaro, Prestia; Mustacchio, Casarini (70′ Giorno), Bruccini, Celia; Chiarello (70′ Di Quinzio); Corazza, Arrighini (81′ Eusepi). A disposizione: Crisanto, Cosenza, Frediani, Gazzi, Crosta, Macchioni, Mora, Rubin, Stanco. All. Longo

PADOVA (4-3-2-1): Dini; Germano, Rossettini, Kresic, Curcio; Hraiech, Hallfredsson, Ronaldo; Jelenic (70′ Bifulco), Chiricò; Biasci (88′ Paponi). A disposizione: Vannucchi, Merelli, Pelagatti, Biancon, Andelkovic, Gasbarro,  Vasic, Firenze, Nicastro, Cissé. All. Mandorlini

Arbitro Matteo Marcenaro di Genova (assistenti Laudato-Ceccon)

Note Ammoniti Bruccini, Hallfredsson, Casarini, Kresic, Hraiech.

error: Content is protected !!