Cabala e necessità di riscatto, due “compagni di viaggio” in più per i Gialloblu nell’isola, oggi sul rettangolo del “Nespoli”, dove la tradizione premia la Viterbese, imbattuta da più di quaranta anni. 
Cambierà sicuramente qualcosa nella formazione gialloblu. Quasi certamente tornerà a centrocampo Megelaitis, reduce dall’esperienza con la nazionale lituana, mentre in difesa dovrebbe registrarsi l’esordio stagionale dell’ultimo arrivato, Martinelli. Poi ci sono un paio di ballottaggi, uno che riguarda Pavlev, il quale scalpita per riprendersi una maglia da titolare e un altro che riguarda l’attacco, dove potrebbe essere riproposta la formula a due punte, con un trequartista a supporto. Gli uomini ci sono, anche se molti non si sono espressi finora per quello che erano stati portati a Viterbo, ancora non al top del rendimento annunciato.
A Olbia gli uomini migliori in campo, dunque, come ha anticipato Dal Canto, per la prima di queste due gare consecutive, per quella odierna nell’isola, che precederà la gara di Coppa Italia contro la Turris, mercoledì prossimo, il cui peso, probabilmente, dipenderà proprio dall’esito della partita di Olbia e, soprattutto, dal risultato finale.

error: Content is protected !!