OGGI IN EDICOLA …

VITERBO – Tamponi, Berretti e mercato al centro dell’attenzione del presidente Romano e dei suoi più stretti collaboratori. Ieri, infatti, sono stati effettuati i tamponi anti-Covid, la seconda trance, come previsto dalle norme vigenti. Se risulteranno tutti negativi – come accaduto con i primi – allora si potrebbe passare agli allenamenti collettivi, oggi pomeriggio a Viterbo e a Cascia nei prossimi giorni.
E proprio la vicenda dei protocolli sanitari, ma nella fattispecie quelli della squadra Berretti, avevano fatto andare ieri mattina su tutte le furie il presidente Romano, al telefono per ore con i suoi colleghi, per cercare di assumente una posizione comune di protesta per una normativa impossibile da applicare alla formazione Berretti, se, di fatto, parificata alla prima squadra e sottoposta allo stesso numero di tamponi.
Nel pomeriggio, poi, la nuova comunicazione della Lega Pro ha rasserenato l’animo dell’imprenditore di Cassino, rinfrancato dalla decisione federale che equipara, invece, la formazione Berretti a tutte le altre del settore giovanile, con un protocollo, quindi, più abbordabile.
A proposito delle nuove “divise”, non prive di sorprese. E’ piaciuta, ad esempio, la casacca bianca con la striscia gialloblu verticale, assai simile a quella che i giocatori della stagione 69/70 donarono al presidente Romano in occasione della manifestazione “50 Gialloblù” del 27 giugno scorso. E’ altro di quei ritorni al passato – unitamente alla “riconquista” dello stemma e della denominazione sociale – voluti da Romano. Insieme alla maglia bianca, altre due con la banda verticale, una tutta gialla ed una blu.
 

continua
error: Content is protected !!