TERNANA, CINQUINA INEQUIVOCABILE AL CATANZARO E SI RIPRENDE LA VETTA!

TERNANA – CATANZARO 5-1

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Defendi, Boben, Kontek, Mammarella; Palumbo (32’st Salzano), Damian; Partipilo (32’st Peralta), Falletti (26’st Paghera), Torromino (23’st Furlan); Raicevic (23’st Ferrante). A. disp.: Casadei, Proietti, Vantaggiato, Russo, Suagher, Laverone, Frascatore. All. Lucarelli

CATANZARO (3-5-2): Branduani; Martinelli, Fazio, Pinna; Garufo, Corapi, Altobelli (31’st Di Massimo), Casoli, Contessa (30’pt Verna); Evacuo (24’st Baldassin), Carlini (15’st Curiale). A disp.: Iannì, Di Gennaro, Cusumano, Salines, Riggio, Riccardi, Risolo. All. Calabro

ARBITRO: Feliciani di Teramo (Basile-Di Giacinto) 4° Ufficiale Taricone

MARCATORI: 17’pt Partipilo (T), 36’pt Carlini rig. (C), 7’st Falletti (T), 14’st Palumbo (T), 20’st Raicevic (T), 47’st Ferrante rig. (T.)

l’ex gialloblu Iannarilli

E’ nella ripresa che la Ternana affonda in modo netto gli ospiti. Subito propositiva e volenterosa. Vicinissima al gol dopo 4 minuti, quando Torromino si è mangiato letteralmente un gol calciando alto da ottima posizione a due passi dalla porta. Arriva la rete del vantaggio rossoverde quando Falletti ha fatto partire un tiro dalla distanza che ha ingannato il portiere Branduani (per una deviazione o un rimbalzo strano) mettendolo letteralmente fuori causa. Lì, si è cominciatoa dilagare. Ancora a segno, le Fere, quando su un calcio d’angolo e dopo una rovesciata di Damian divenuta cross, Palumbo ha girato in rete in maniera secca e precisa per il 3-1. Poi, sempre su un’azione personale caparbia di Palumbo, rete di Raicevic con tiro vincente rasoterra per la quarta rete. Il Catanzaro, a quel punto, si è ritrovato tramortito, sotto i colpi dei rossoverdi. Da lì alla fine, ritmi leggermente più bassi, ma con una Ternana che ha sempre dato l’idea di non essere mai sazia. In un paio di occasioni, la squadra rossoverde ha già pure sfiorato la quinta segnatura. In una di queste occasioni, solo un intervento da grande atleta di Branduani ha negato la rete a Ferrante, subentrato nella ripresa. Proprio quest’ultimo, però, ha chiuso il conto delle marcature segnando il rigore che nel recupero l’arbitro ha assegnato per fallo in area su Peralta.  

error: Content is protected !!