L’ULTIMA VOLTA DI JUVE STABIA-VITERBESE …

ERA IL NOVEMBRE DEL 2.18 …

JUVE STABIA-VITERBESE 4-0

JUVE STABIA (4-3-3): Branduani 7; Vitiello 6 (40’ s.t. Schiavi), Troest 7, Allievi 6, Aktaou 6 (20’ s.t. Viola 6.5); Vicente 6 (20’ s.t. Mezavilla), Calò 6, Carlini 6 (32’ s.t. Castellano); Di Roberto 6 (1’ s.t. Mastalli), Paponi 7+, Elia 7.
(A disp: Venditti, Dumancic, Ferrazzo, Stallone, El Ouazni, Castellano, Lionetti, Sinani) All: Caserta

VITERBESE (4-3-1-2): Forte 5+; De Giorgi 5.5, Rinaldi 5.5, Sini 6-, De Vito 5+; Cenciarelli 5.5 (12’ s.t. Pacilli 6-), Damiani 5+ (1’ s.t. Bovo 5+), Baldassin 6-(13’ s.t. Vandeputte); Palermo 5.5; Saraniti 6-, Roberti 5+ (25’ s.t. Polidori).
(A disp: Schaeper, Atanasov, Perri, Milillo, Messina, Molinaro, Otranto, Ngissah); All: Sottili

ARBITRO: Matteo Gariglio di Pinerolo

ASSISTENTI: Fabio Pappagallo di Molfetta e Lucia Abruzzese di Foggia

MARCATORI: 45’ p.t., 18’ s.t. Paponi, 33’ s.t. Viola, 44’ s.t. Calò (JS); 

AMMONITI: De Giorgi, Palermo (V); Allievi (JS) 

CORNER: 3-5
 
NOTE: 1′ rec. p.t., 4′ rec. s.t.

Il recupero della 2° giornata del Girone C di Lega Pro tra Juve Stabia e Viterbese assegna tre punti importantissimi ai padroni di casa. 
Nei primi 45′ di gioco, gli ospiti mostrano maggiore verve e chiamano in causa Branduani in più di un’occasione ma la svolta arriva nelle battute finali quando Paponi subisce fallo in area di rigore. Signor Gariglio senza ombra di dubbio fischia il rigore a favore delle Vespe: sul dischetto si presenta lo stesso attaccante che di potenza non sbaglia e sblocca il risultato. 
Al 18’ del secondo tempo, il bomber stabiese si ripete e cala il bis con un bolide di destro che non lascia possibilità di replica a Forte. L’estremo difensore ospite viene zittito anche al 33’ quando Mastalli in contropiede serve Paponi in area il quale a sua volta mette Viola nelle condizioni di ribattere a rete il triplo vantaggio. Doccia fredda per i Leoni che gettano tutte le armi e qualsiasi speranza di rimonta. Ne approfittano ancor di più le Vespe che decidono di congedare il proprio pubblico in grande stile. Al 40’, infatti, Calò con un destro preciso dagli undici metri insacca la quarta rete alle spalle di Forte.

Allo stadio “Romeo Menti”, mister Caserta non modifica l’ormai classico e collaudato 4-3-3, che vede Branduani tra i pali alle spalle del tandem centrale di difesa Troest-Allievi, supportato da Vitiello sulla corsia destra e Aktaou sulla fascia sinistra; a centrocampo Calò, Carlini e Vicente fanno da faro alle giocate del tridente offensivo composto da Elia, Paponi e Di Roberto. 
Per cercare di frenare la corsa della truppa stabiese, mister Sottili risponde con il 4-3-1-2 affidando le chiavi dell’attacco al duo Saraniti-Roberti.  
Il primo pallone del match viene toccato dalla Viterbese che subito si fa vedere in avanti con Cinciarelli ma la sua conclusione termina sul fondo. Tre minuti più tardi è Roberti a mettere i brividi alla formazione di casa con una girata di testa che però termina di poco a lato. Buon inizio di gara da parte degli ospiti che, all’11, si riaffacciano nuovamente in area di rigore con De Giorgi ma Branduani è abile a respingere con i pugni. L’ estremo difensore si ripete anche qualche minuto più tardi sulla conclusione dalla distanza di Saraniti. 
Non resta a guardare la Juve Stabia che, al 21’, prova l’affondo con Paponi, il quale ben servito da Vitiello, gira di sinistro ma la sfera termina di poco alta sopra la traversa. Stessa sorte anche per lo stacco di testa di Carlini su cross dalla sinistra di Di Roberto. Le Vespe provano a fare la partita e continuano a pungere senza sosta. Al 38’ Vicente crossa dalla trequarti per Paponi che anticipa Sini ma calcia fuori dal rettangolo di gioco. Ci prova anche Elia ma anche in questo caso il pallone non inquadra lo specchio della porta. 
Nelle battute finali del primo tempo arriva la svolta: Paponi viene atterrato in area e il Signor Gariglio indica il dischetto. Sul pallone si presenta lo stesso attaccante che di potenza non sbaglia e sblocca il risultato. È questa l’ultima azione dei primi 45’ e dopo un solo minuto di recupero tutti rientrano negli spogliatoi a prendere un thè caldo.

Il secondo tempo riprende subito con un cambio per parte: Mastalli rileva Di Roberto nelle fila stabiesi mentre per gli ospiti Bovo subentra a Damiani. 
I ritmi si rivelano intensissimi ed equilibrati sin dalle prime battute con la Viterbese che cerca la giocata per riagguantare il pari. Al 7’ Sini prova la gran botta dalla distanza ma Branduani devia in corner. Ci prova, poi, Saraniti che, a tu per tu con il numero 1 stabiese, tenta la giocata di stile ma calcia alto. 
Le Vespe prima guardano e poi rispondono con Paponi che con un bolide di destra, nel cuore dell’area di rigore, non sbaglia il tap in vincente. 2-0 per i ragazzi di Caserta. 
Nonostante il doppio vantaggio, Caserta opera altri due cambi: richiama in panchina Aktaou e Vicente per Viola e Vicente. Lo imita anche Sottili che manda in campo Polidori al posto di Roberti. 
Al 25’ la Viterbese si fa rivedere in proiezione offensiva prima con Saranti, che di testa la piazza centrale, e poi con Vandeputte cha calcia direttamente in porta ma Branduani ci mette i guantoni e fa sua la sfera. 
Alla mezz’ora Paponi sfiora la tripletta: l’attaccante calcia da fuori area e Forte, in tuffo, non gli permette di portare a casa il pallone. 
Tre minuti più tardi, Mastalli in contropiede serve Paponi in area il quale a sua volta mette Viola nelle condizioni di ribattere a rete. Tris per le Vespe che chiudono praticamente, la partita. 
Doccia fredda per i Leoni che gettano tutte le armi e qualsiasi speranza di rimonta. Ne approfittano ancor di più le Vespe che decidono di congedare il proprio pubblico in grande stile. Al 40’, infatti, Calò con un destro preciso dagli undici metri insacca la quarta rete alle spalle di Forte. È questa l’ultima azione del match e dopo quattro minuti di recupero, il direttore di gara decreta la fine dell’incontro. 

 

error: Content is protected !!