SOTTILI, ESORDIO CON SCONFITTA: DECIDE IL “VECCHIO” PLASMATI. MATERA-VITERBESE 1-0

I GOL

PT –

ST 11′ PLASMATI

LA FORMAZIONE

Sottili sceglie di toccare pochissimo la formazione di Lopez. Inserisce Damiani in cabina di regia e conferma il tandem offensivo formato da Saraniti e Polidori. In difesa il previsto ritorno dell’accoppiata Sini-Rinaldi. Dietro le due punte ci va a giocare quasi sempre Baldassin, che lascia la parte destra della mediana a Bovo, mentre Palermo si piazza a sinistra, ma anche lui si inserisce talvolta come terzo attaccante. I Gialloblu sono in completo bianco e il pubblico è abbastanza numeroso.

VITERBESE C. (4-3-1-2): Forte;  De Giorgi, Rinaldi,  Sini, De Vito;   Bovo, Damiani,  Palermo,   Baldassin, Polidori, Saraniti. A disp.: Micheli, Shaeper,  Milillo, Messina, Perri, Atanasov,  Cenciarelli, Roberti, Ngissah; Otranto, Svidercoschi.  All.: Sottili.

L’ARBITRO

Il fischietto del sig. Daniele RUTELLA, della sezione A.I.A. di Enna, dirigere il match tra Matera – Viterbese, valido per la 11^ giornata del Campionato di Serie C, coadiuvato dal sig. Gabriele NUZZI della sezione A.I.A. di Valdarno e dal sig.  Mauro DELL’OLIO della sezione A.I.A. di Molfetta.

IL PRIMO TEMPO

DE GIORGI, UNO DEI PIU’ GRINTOSI DEL PRIMO TEMPO

Non ha riservato grosse emozioni e di sicuro al portiere avversario ci si è avvicinata più la Viterbese che i padroni di casa, che sono apparasi davvero poca cosa rispetto ai commenti entuasiastici del postmercato estivo. Qualche scontro di gioco vivace, con l’arbitro che deve intervenire spesso per minacciare ulteriori provvedimenti, oltre ai due cartellini gialli comminati ai giocatori del Matera. Senza neanche un minuto di recupero si chiude la prima frazione seguita in curva da venti tifosi gialloblu giunti in Lucania per la prima trasferta della stagione, così tanto attesa, dopo “l’astinenza” dei due mesi precedenti.

IL RADIO COMMENTO DEL PRIMO TEMPO: ASCOLTALO!

IL TABELLINO FINALE

MATERA (3-5-1-1): Farroni, Risaliti, Stendardo, Sepe, Triarico, Garufi, Corso (dal 1’ st Bangu), Ricci (dal 35 st Auriletto), Genovese (dal 1’ st Plasmati), Dammacco (dal 1’ st Scaringella), Orlando (dal 35’ st Grieco). A disposizione: Guarnone, Sgambati, Lorefice, Hysaj, Milizia, Casiello, Corado. Allenatore: Imbimbo.

VITERBESE (4-3-1-2): Forte, De Giorgi (dal 24’ st Perri), Rinaldi, Sini, De Vito (dal 24’ st Messina), Baldassin, Damiani, Bovo (dal 30’ st Roberti), Palermo (dal 2’ st Ngissah), Saraniti, Polidori. A disposizione: Micheli, Schaper, Atanasov, Milillo, Cenciarelli, Otranto, Zerbin, Svidercoschi. Allenatore: Sottili.

ARBITRO: Daniele Rutella di Enna.

RETI: 11’ st Plasmati (M)

IL SECONDO TEMPO

Il Matera cambia molto al ritorno in campo, gettando nella mischia anche l’atteso Plasmati, al top della carriera una decina di anni fa. Si fa subito male Polidori, prima di un calcio di punizione del Matera: fa segno di essere sostituito, ma continua a rimanere in quella posizione fino a calcio avvenuto. Sottili lo sostituisce con Bismark.

GIANVITO PLASMATI, L’ESPERTO ATTACCANTE CHE HA DECISO L’INCONTRO

Il risultato cambia proprio grazie a Plasmati, il 35enne, il quale colpisce di testa, con Sini che gli lascia troppo spazio: sul pallone si avventa anche un altro giocatore del Matera che sembra toccare, ma esulta l’attaccante ed è lui che viene festeggiato.

C’è la reazione della Viterbese che impegna il portiere avversarie cinque volte in un paio di minuti, poi si rallenta il ritmo e Sottili sostituisce i due terzini, poi getta nella mischia l’attaccante Roberti al posto del centrocampista Bovo.

Cambia poco e la gara si avvia verso l’esito negativo per i Gialloblu, che vanno a incamerare la loro terza sconfitta consecutiva, la prima per Sottili, che si pensava potesse evitarla.

IL RADIO COMMENTO FINALE: ASCOLTALO!

LA VIGILIA DELLA GARA

Viterbese, tre motivi per “cominciare” oggi il campionato! L’esordio in panchina di Stefano Sottili, la prima trasferta al sud e la prima partita da giocare dopo due sconfitte interne consecutive.

SOTTILI ALL’ESORDIO

Motivi d’interesse di alto valore a cui la Viterbese potrà dare oggi – alle ore 14.30 – delle risposte convincenti sul campo di Matera, uno delle società più considerate durante il mercato estivo, ma che poi è incappata nella maxi penalizzazione che ha dato una ridimensionata notevole alla sua classifica.

Il nuovo, “vecchio”, tecnico gialloblu può fare molto per questa squadra. Difficile sapere se potrà farlo in tempo così brevi, praticamente con soltanto l’assaggio di giovedì pomeriggio e l’allenamento di ieri mattina, prima della partenza per Matera.

Sicuramente saprà ottenere molto di più dai giocatori che sono già stati con lui, che lo conoscono bene, che sanno cosa chiede in campo, a livello di movimenti, con la palla e senza.  

Il meridione, quello in cui non sarebbe voluto andare a giocare il patron Camilli, che ha fatto una lunga battaglia proprio per questo, sarà, invece, lo scenario della Viterbese. Una Viterbese che dovrà immergersi in fretta in questa realtà

A Matera inizia la prima di una lunga serie di trasferimenti verso la parte bassa dello stivale d’Italia e, probabilmente, ci vorrà una maggiore personalità in campo, e un carattere da vendere, per poter emergere.

 

error: Content is protected !!