Alla mezz’ora il gol vittoria degli ospiti su calcio di punizione che beffa un incerto Pisseri. Etnei troppo prevedibili in attacco, laziali che sfiorano in più di un’occasione il raddoppio e legittimano la vittoria.

3-4-2019

CATANIA-VITERBESE 0-1

Catania (3-5-2): Pisseri; Aya, Silvestri, Marchese; Calapai, Carriero, Lodi, Angiulli, Valeau; Di Piazza, Marotta. A disposizione.: Bardini, Lovric, Esposito, Baraye, Rizzo, Bucolo, Llama, Manneh, Sarno, Liguori, Brodic, Mujkic. Allenatore:  Novellino

Viterbese (3-5-2): Forte; Atanasov, Rinaldi, Coda; De Giorgi, Palermo, Damiani, Tsonev, Mignanelli; Ngissah, Vandeputte. A disposizione.: Demba, Bertolini, Sparandeo, Cenciarelli, Coppola, Artioli, Del Prete, Zerbin, Molinaro, Polidori, Pacilli. Allenatore:  Calabro

Catania-Viterbese si è giocata al Massimino in un orario assurdo per una partita di calcio, le 14.30 di un giorno feriale, che di certo danneggia pesantemente in termini di presenza di pubblico soprattutto la società ospitante. Sugli spalti, infatti, una presenza di pubblico ben lontano per gli standard etnei, che di fatto cancella una buona parte degli effetti, in termini di media incasso, della giornata rossazzurra, voluta fortemente dalla Società di via Magenta.

Da un punto si vista prettamente sportivo vi è da notare la pesantissima assenza per i laziali di Baldassin, che nella partita vinta dalla Viterbese in casa per 2-0 aveva messo in seria difficoltà tutto il centrocampo e la difesa etnea. Nel Catania assente Curiale per l’espulsione rimediata nella sciagurata partita persa 3-0 contro la Reggina. Sorpresa tra i rossazzurri la presenza di Valeau, dal primo minuto, sulla fascia sinistra.

Il Catania e la Viterbese giocano a specchio con il 3-5-2. I ragazzi di Novellino partono con estrema lentezza, in attacco sterili come non mai. Angiulli sbaglia tutto il possibile ed anche impossibile (passaggi elementari al centrocampo tutti fuori misura). Marotta, vista la nullità dei rossazzurri in attacco tenta il tiro da fuori ma con esiti negativi. Gli ospiti pian piano che passano i minuti fanno sempre meglio ed arrivano al gol del vantaggio con Tsonev, che su calcio di punizione, non irresistibile, beffa un più che incerto Pisseri. Viterbese che cerca di difendersi con calma e sfiora il raddoppio con Nigissah, che tira di poco fuori da dentro l’are di rigore. Novellino corre ai ripari e fa entrare Sarno al posto di un inguardabile Angiulli. La manovra etnea risulta maggiormente più efficace, ma insufficiente per creare situazioni di gioco tali da poter impensierire la retroguardia della Viterbese che chiude in vantaggio il primo tempo.

All’inizio della ripresa Novellino butta nella mischia Manneh, che rileva Valeau. Lo schema rimane sempre 3-5-2. Il primo squillo è dei rossazzurri con Marotta che di prima intenzione tira ma il portiere ospite para in due tempi. Manneh, con la sua velocità semina il panico sulla fascia sinistra, ed anche Sarno con le sue giocate riesce a saltare l’uomo. Novellino dopo dieci minuti della ripresa sostituisce Marotta con Brodic e Carriero per Rizzo. La gara risulta parecchio nervosa e spezzettata. Novellino cambia l’atteggiamento tattico e passa al 4-2-3-1 con Marchese che passa a fare il terzino. I rossazzurri spingono con maggiore insistenza, soprattutto sul lato di Marchese, che libero da compiti difensivi, in fase propositiva riesce ad essere invasivo per la difesa avversaria. Senza risultati positivi, Novellino sostituisce Marchese con Llama. Ad essere pericolosa è però la Viterbese che sfiora il raddoppio con Pacilli il cui tiro è deviato di testa sulla linea di porta da Silvestri. A cinque minuti dal termine Sarno fa una giocata straordinaria. Salta tanti avversari, crossa in area ma Manneh tira alto da ottima posizione. La Viterbese resta in 10 dopo lespulsione di Coda al primo minuto di recupero. Ad essere pericolosa però sono gli ospiti in contropiede che esaltano Pisseri autore di una grandissima parata. Il tiro di Sarno da fuori area alto sulla traversa mette il sigillo alla gara ed alla vittoria meritatissima da parte della Viterbese che sbanca il Massimino e nei fatti condanna il Catania ai playoff.

 

error: Content is protected !!